Home EMC Difese Immunitarie Semi di pompelmo e immunità
Seguici su Facebook

Semi di pompelmo e immunità

L'Erba Matta consiglia - Difese Immunitarie

gsesemidipompelmo

DIFESE IMMUNITARIE

Il sistema immunitario, dal latino immunis, che significa "esonerato" (con il significato di "esonerato dalle malattie infettive", si può definire come il sistema di difesa dell'organismo che ha la funzione primaria di proteggerlo dall'attacco di virus, batteri e altri microrganismi nocivi presenti nell'ambiente.

Esso è costituito da una fitta rete di organi, tessuti e cellule specifiche dispersi nell'organismo e messi in comunicazione tra loro dai circoli sanguigno e linfatico, in grado di riconoscere le strutture esogene ed endogene che si dimostrano nocive per l'organismo e che devono quindi essere eliminate.

Avere un sistema immunitario in equilibrio significa maggiori probabilità di prevenire le malattie e, nel caso, migliori possibilità di superarle rapidamente senza complicanze.

GSE: COS'E'?

GSE è la sigla con cui, negli Stati Uniti, si identifica l'estratto di semi di pompelmo che in lingua inglese è appunto Grapefruit Seed Extract. Si tratta di un estratto standardizzato che comprende i semi e la parte membranosa del pompelmo (la pellicola che contiene gli spicchi del frutto).

L'estratto di semi di pompelmo può essere fluido o secco. Quello fluido è composto per il 60% dai semi e membrana di pompelmo e il 40% di soluzione acquosa di glicerina vegetale (derivata dal cocco), senza nessun altra aggiunta, mentre l'estratto secco comprende per il 50% semi e membrana del pompelmo e per il restante 50% sostanze inermi (eccipienti naturali che ne facilitano la "lavorabilità").

GSE: UN POTENTE ANTIMICROBICO

L'effi cacia dell'estratto di semi di pompelmo su batteri, virus, funghi e parassiti è stata dimostrata da laboratori ed istituti di tutto il mondo ed anche in Italia oramai sono numerosissime le testimonianze che ne confermano la validità.

Azione antibatterica: le innumerevoli pubblicazioni in seguito a studi clinici sia in vitro che in vivo dimostrano che il GSE si è dimostrato attivo contro oltre 800 ceppi di batteri.

Azione antivirale: i risultati ottenuti sull'effi acia dell'estratto di semi di pompelmo nei confronti di ceppi virali sono incoraggianti; ulteriori studi sono tuttavia necessari per stabilirne al meglio le potenzialità.

Oltre all'effettiva azione diretta su alcuni virus c'è da sottolineare l'attività antivirale indiretta data dalla selettività; in altre parole, la "pulizia" dai patogeni e nel contempo la capacità di non depauperare le colonie dei batteri benefici migliorano l'effetto barriera fisiologico alleggerendo il "lavoro" del sistema immunitario che mantiene così efficienza e prontezza nella risposta alle aggressioni virali.

Azione antimicotica: è da sottolineare l'efficacia dell'estratto contro oltre 100 ceppi di lieviti e muffe compresa la Candida albicans, responsabile di infezioni ricorrenti e recidivanti alle mucose e di affezioni sistemiche.

Azione antiparassitaria: l'efficacia del GSE contro infezioni da protozoi è stata dimostrata dalla Food and Drug Administration. Numerose sono inoltre le testimonianze sull'efficacia dell'estratto di semi di pompelmo nei confronti dei vermi intestinali, fra cui i diffusissimi ossiuri. L'attività antiparassitaria del GSE è rilevante anche per l'uso esterno; l'estratto si è dimostrato utilissimo nel contrastare, debellare, ma anche prevenire le infestazioni da parte dei pidocchi.

Il GSE è reperibile sia nella forma di estratto fluido che secco e pertanto si presta con facilità sia ad un uso sistemico che esterno. L'estratto fl uido però presenta un gusto spiccatamente amaro ed un pH molto basso, decisamente acido; tali caratteristiche impongono che non lo si utilizzi MAI puro e suggeriscono un uso più esterno che interno evitando soprattutto trattamenti sistemici a lungo termine poiché potrebbe risultare "aggressivo" verso le mucose. Fra le raccomandazioni che riguardano l'estratto fluido, è corretto evidenziare quella di non superare il 2% di concentrazione proprio per evitare irritazioni a causa della sua acidità anche se di fatto non ha senso andare oltre l'1,5% che è la concentrazione con cui l'estratto esplica il suo massimo potere disinfettante. Per quanto riguarda l'estratto secco, invece, il suo pH si aggira fra 4,5 e 5 quindi nessun problema anche per utilizzi a lunghissimo termine.

RICHIEDI LA GUIDA SULL'IGIENE ORALE

RICEVI IL MANUALE SULL'IGIENE ORALE GRATUITAMENTE!!
Clicca sulla busta!

Richiedi la guida sull'igiene orale

info@erboristeriaerbamatta.it

CONSULENZE ON LINE

Contatta Barbara per una consulenza, clicca sulla busta!

Contatta Barbara per una consulenza

info@erboristeriaerbamatta.it