Home
Seguici su Facebook

ErbaMatta consiglia...

Erboristeria Erba Matta | Trieste

L'Erba Matta consiglia - Blog

Scritto da Erboristeria Erba Matta Martedì 21 Aprile 2015 16:04

UN FIORE IN BOCCA!

alt

Lunedì 4 maggio e lunedì 11 maggio 2015 18:00-21:00

Serate dedicate ai Fiori di Bach Australiani con Barbara Isidoro

PROGRAMMA prima serata:
- Australian Bush Flowers cosa sono e per cosa servono
- come si usano
- i fiori utilizzati per favorire il drenaggio
- nelle stasi linfatiche
- come coadiuvanti nelle diete dimagranti
PROGRAMMA seconda serata:
- Australian Bush Flowers consigliati per lasciar andare la rabbia
- contenere la paura
- gestire lo stress
- chiudere una relazione
Per informazioni rivolgersi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 

L'Erba Matta consiglia - Blog

Martedì 24 Marzo 2015 17:18

PER-CORSO DI AROMATOLOGIA

alt

Domenica 12 aprile 2015 09:00-18:00

Giornata dedicata agli oli, profumi ed emozioni

Programma:

  • Psicofisiologia degli oli
  • Memoria olfattiva
  • Rapporto profumo/olfatto/emozioni
  • Modalità di applicazione
  • Campi di applicazione
  • Degustazione di oli essenziali
  • La qualità energetica degli oli
  • Meditazione con gli oli essenziali
  • I centri energetici nel corpo e gli oli corrispondenti

Per informazioni rivolgersi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

   

EQUILIBRIO EMOZIONALE = EQUILIBRIO INTESTINALE

L'Erba Matta consiglia - Blog

Martedì 27 Gennaio 2015 15:26

equlibrio

Fin dall'antichità si afferma che la pancia è la sede delle emozioni e dell' inconscio, recenti studi di neuro-gastroenterologia, condotti dal Prof. Gerson, della Columbia University hanno confermato che il cervello enterico esiste, funziona autonomamente da quello superiore e che è sede delle emozioni e dell'inconscio.

Il sistema nervoso enterico (cervello intestinale) ha come funzione principale quella di gestire la sopravvivenza fisica dell'individuo, è l'organo dove risiede l'istinto, ed è il "parcheggio" delle emozioni non elaborate, non portate a coscienza.
Il punto di unione tra i due cervelli, centrale ed enterico, è l'ipotalamo che oltre a rappresentare una delle sedi principali per la produzione dei neurotrasmettitori (GABA, dopamina, serotonina, adrenalina...) e di alcuni ormoni ipofisari è in stretta relazione con i "gestori delle emozioni" che sono l'amigdala, l'ippocampo e il sistema limbico.

L'uomo per sopravvivere ha bisogno di nutrirsi con il cibo per assimilare tutti i nutrienti di cui necessita producendo dei prodotti di scarto (equilibrio intestinale). Allo stesso tempo necessita di un nutrimento emozionale per elaborare le esperienze e le sensazioni vissute e lasciarle andare (equilibrio emozionale). Le emozioni non elaborate risulteranno come un cibo non digerito, non metabolizzato. Il Dr.E.Bach sostiene che sono le nostre emozioni come paure, preoccupazioni, ansie a spianare la via alla malattia quindi scovando e curando l'emozione, con la loro guarigione, anche il disturbo che ci affligge se ne andrà. Si tratta quindi di intervenire sull'emozione prima che si inneschi uno stato patologico.

Cosa sono le emozioni?

Le emozioni sono reazioni istintive ai dati sensoriali. Attraverso i sensi riceviamo un'informazione, le sensazioni sono la reazione inconscia a l' informazione ricevuta e le emozioni sono il modo in cui elaboriamo le nostre sensazioni. La parola "e-mozione" rappresenta un'energia in movimento da o verso qualcosa. Nel momento in cui reprimiamo le nostre emozioni impediamo il fluire di questo movimento, lo geliamo (irrigidiamo le mascelle, contraiamo il collo ed il ventre, inibiamo il respiro...). Se non riusciamo a fidarci delle nostre sensazioni, le ignoriamo o ce ne dissociamo, perdendo un collegamento vitale con l'esperienza fatta e con la vita stessa. Fuggiamo dall'esperienza prendendo le distanze dall'emozione che ha generato e sublimiamo in attività compulsive di varia natura (cibo, lavoro, alcool, droga...). Le attività compulsive sono azioni istintive generatrici di piacere che tendono a ripetersi perché la colpa che le accompagna non ne permette la soddisfazione. Un sano piacere arreca soddisfazione; un piacere dato da una dipendenza arreca un desiderio di averne ancora!

Reprimendo i nostri desideri, non riconoscendo i nostri bisogni, congelando le nostre emozioni ci allontaniamo dal nostro equilibrio e proiettiamo sull'altro il nostro disagio. Ad esempio, se la rabbia è la parte di noi stessi che rifiutiamo, ne avremo paura e la criticheremo negli altri. Il nostro giudizio resta comunque un tentativo di negare la fonte del nostro disagio.

Come possono aiutarci i Fiori di Bach in questi casi?

Come diceva il dr.E.Bach: "I fiori sono il ponte tra l'anima ed il corpo. La vibrazione del fiore deve mettersi in sintonia con la vibrazione dell'anima".
I fiori di Bach agiscono nel nostro sistema psicofisico con gentilezza, sollecitando il cambiamento, mai imponendolo. Fanno emergere le qualità positive che dimorano in ognuno di noi. Ci aiutano a riportare l'equilibrio, l' armonia, l' auto-consapevolezza per farci capire la causa del nostro disagio e la possibile via d'uscita, mostrando alla persona solo quei sentimenti/aspetti che è in grado di affrontare. Sono privi di effetti collaterali e non sono invasivi.

La Floriterapia aiuta l'individuo a ritrovare il suo equilibrio schermandolo momentaneamente dal disagio che sta vivendo per accompagnarlo in un percorso di consapevolezza facendo luce alla fonte del problema.
Facciamo degli esempi:

Fiore utile per la dissociazione: Sundew

sundew

E' indicato per il senso di indeterminatezza e dissociazione, che diventa un modo per alienarsi dalle situazioni della vita. Alcune persone possono rifugiarsi nelle proprie convinzioni, trovandole molto più interessanti di ciò che accade fuori e dimenticando tutto quello che accade nel mondo esterno. Questo fiore ha un effetto ancorante, portando ad accettare la realtà, centrando l'esistenza e riportandola sotto controllo.

 

 

 


Fiore usato per la dipendenza: Monga waratah

monga waratahHa la forma di una mano aperta che si stende, aiuta quindi la persona a trovare la propria forza interiore che permette di agire liberamente. Sono persone incapaci di fare le cose da soli e hanno continuo bisogno degli altri. Tendenza a scaricare sugli altri i propri impegni. Per persone facilmente dipendenti, che non si sentono mai "all'altezza" e che non riescono ad esprimersi. Può aiutare le persone a trovare la propria forza interiore che permetterà di agire liberamente. Libera da ogni tipo di dipendenza da persone e comportamenti.

 


Fiore che lavora sul senso di colpa: Sturt desert rose

sturt desert roseQuesto rimedio dona la forza di essere onesti con se stessi e può essere utilizzato ogni volta che una persona si sente in colpa per qualcosa che è accaduto, anche se la responsabilità non gli è attribuibile.

 

 

 

 

 

 

Fiore per giudizio-critica: Yellow cowslip orchid

yellow-cowslip-orchidPer le persone che tendono ad imporre agli altri i propri modelli di comportamento o le proprie regole - Per l'intellettuale pignolo che tende a sentirsi superiore agli altri - Per le persone con una mentalità conservatrice, la cui predispozione è di continuare il modo di fare le cose onorate dal tempo - Favorise la capacità di afferrare al volo i concetti e di cogliere i particolari - Per coloro che possono diventare eccessivamente rigorosi poichè amano regole e norme, ci credono e detestano coloro che le infrangono - Per mantere il distacco dall'intensità emozionale e rimanere sereni e concentrati - Per chi è tirchio ed ha problemi a spendere denaro per gli altri - Aiuta a vedere sia l'insieme che i dettagli.

BIBLIOGRAFIA:

  • Essenze floreali australiane - Bush Flower Essences per ritrovare serenità e benessere - Ian White - Tecniche Nuove
  • Il potere terapeutico dei fiori australiani - Ian White - Tecniche Nuove
  • Il libro dei chakra. A.Judith.

Quand'è che non riusciamo più a controllare le nostre emozioni?

Quando ne siamo sopraffatti, quando ci identifichiamo con l'emozione che stiamo vivendo. Perdendo la lucidità mentale e l'orientamento restiamo intrappolati nei pensieri ossessivi che l'emozione genera e di cui si nutre.
Questi pensieri sono l'aria che respiriamo, sono generati dalla mente e non sono molto diversi dai gas intestinali che produciamo nel nostro intestino.

Emozioni e possibili disagi
La PAURA si può trasformare in attacchi di panico
Con la RABBIA possiamo manifestare varie patologie legate alla cattiva digestione e all'assorbimento dei cibi.
Le ASPETTATIVE possono generare ansia che, se prolungata e non contenuta, incrementa la produzione di cortisolo a scapito del sistema immunitario.
Il DISPIACERE può provocare l'insonnia.

Quali sono i fiori che ci possono aiutare a ristabilire un equilibrio emozionale?

Paura: dog rose, green spider orchid –
Collera, rabbia, risentimento: dagger hakea, mountain devil
Ansia: crowea
Dispiacere: boronia, mint bush, bottlebrush, fringed violet...
Ansia: Crowea
Confusione mentale: Mint Bush
Pensieri ossessivi: Boronia
Radicamento: Red Lily
Lasciar andare: Bottlebrush

   

Pagina 5 di 15

RICHIEDI LA GUIDA SULL'IGIENE ORALE

RICEVI IL MANUALE SULL'IGIENE ORALE GRATUITAMENTE!!
Clicca sulla busta!

Richiedi la guida sull'igiene orale

info@erboristeriaerbamatta.it

CONSULENZE ON LINE

Contatta Barbara per una consulenza, clicca sulla busta!

Contatta Barbara per una consulenza

info@erboristeriaerbamatta.it

Il tuo carrello

VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Categorie prodotti

Cerca prodotto

Foto Gallery